Consulenza psicologica  e  psicoterapiadiagnosi clinica, training autogeno

 SPAZIO   PSI

 Studio di Psicologia e
 Psicoterapia - Roma

 Dott.ssa Ida Lopiano e
 dott. Arturo Mona,
 psicologi - psicoterapeuti

:: Viale Libia, 98 (Nomentana,
    Montesacro)
. 00199 -  Roma
 :: Viale Giulio Agricola, 61
    (
Tuscolana, Metro
    Giulio Agricola).
   
00174 - Roma
 :: Dott.ssa I. Lopiano: 320.0450719
 :: Dott. A. Mona:  338.1666010
   
www.spaziopsi.it
 idalopiano@gmail.com -  arturomona@gmail.com

 Home    Psicoterapia    Training Autogeno    Gruppi     Articoli    Link      Contatti       

Disturbo della condotta.

La persona che soffre di questo disturbo manifesta in maniera ripetitiva e persistente comportamenti che violano i diritti degli altri o le norme fondamentali della società alla quale appartiene.
Per effettuare una diagnosi di Disturbo della Condotta il professionista dovrà rilevare nella persona la presenza di almeno tre dei seguenti criteri:

- la persona tende a comportarsi in modo prepotente con gli altri, utilizza minacce verbali o fisiche per intimorire.
- e’ spesso coinvolta in situazioni di scontro fisico, risse, e di solito è la persona con questo disturbo a darvi inizio.
- Nel confronto/scontro con altre persone fa uso di armi o comunque di oggetti che possono realmente causare danni fisici ad altri.
- ha effettuato violenza o molestie sessuali ai danni di altre persone.
- si è comportato in modo “crudele” con altre persone, causando conseguenze fisiche (ha ferito, preso a pugni una persona non solo
   per autodifesa e anche se avrebbe potuto evitare uno scontro fisico).
- si è comportato crudelmente con animali, causando anche danni fisici.
- ha effettuato aggressioni ai danni di altri a scopo di rapina, scippo, ecc., utilizzando eventualmente anche armi.
- ha volontariamente distrutto proprietà altrui.
- ha volontariamente provocato incendi ai danni di proprietà altrui.
- ha rubato oggetti senza aver provocato danni fisici o una colluttazione con i proprietari.
- tende a raggirare le altre persone per ottenere vantaggi personali o per evitare incombenze e obblighi per sè.
- ha violato la proprietà altrui, appropriandosi ad es. di un’automobile non sua, o introducendosi illegalmente all’interno di un
  domicilio altrui.
- spesso marina la scuola (prima dei 13 anni).
- spesso rimane fuori casa durante la notte ignorando i divieti dei genitori (prima dei 13 anni).
- è scappato almeno due volte di casa.

Perchè venga diagnosticata la presenza del Disturbo della Condotta, tale disturbo deve essere causa di alterazioni rilevanti del funzionamento sociale, scolastico o lavorativo della persona.
 

Ida Lopiano © 2007