Consulenza psicologica  e  psicoterapiadiagnosi clinica, training autogeno

 SPAZIO   PSI

 Studio di Psicologia e
 Psicoterapia - Roma

 Dott.ssa Ida Lopiano e
 dott. Arturo Mona,
 psicologi - psicoterapeuti

:: Viale Libia, 98 (Nomentana,
    Montesacro)
. 00199 -  Roma
 :: Viale Giulio Agricola, 61
    (
Tuscolana, Metro
    Giulio Agricola).
   
00174 - Roma
 :: Dott.ssa I. Lopiano: 320.0450719
 :: Dott. A. Mona:  338.1666010
   
www.spaziopsi.it
 idalopiano@gmail.com -  arturomona@gmail.com

 Home    Psicoterapia    Training Autogeno    Gruppi     Articoli    Link      Contatti       

La Diagnosi Psicologica:

 L’elaborazione di una corretta diagnosi psicologica è un’operazione estremamente complessa e articolata.
 E’ possibile effettuare una specifica diagnosi in base all’indirizzo teorico che il professionista utilizza (ad es. “Diagnosi A.T.: 
 Diagnosi in relazione al Modello dell’Analisi Transazionale), e agli strumenti impiegati (ad es. “Diagnosi secondo il test Millon”,
 “Diagnosi secondo il DSM IV-TR”).
 Personalmente nel processo di elaborazione della Diagnosi procedo in questo modo.
 1- Effettuazione di 2 o 3 colloqui con indagine anamnestica: comprende la raccolta di dati relativi al paziente, al problema
  presentato e alle principali aree della sua vita; l’attenzione al comportamento non verbale e alla relazione terapeutica.
 2- Somministrazione dei test Millon, Espero, e Anint: I test hanno una funzione di supporto ai colloqui e vengono letti in 
 maniera flessibile onde evitare di etichettare la persona sulla base di rigide griglie e categorie.
 3- Elaborazione della Diagnosi Multiassiale sulla base dei criteri del DSM IV-TR.
 4- Specificazione della Diagnosi A.T. (Diagnosi secondo il Modello dell’Analisi Transazionale).

                                           La Diagnosi Multiassiale secondo i criteri del DSM IV-TR:

 
Per effettuare una Diagnosi Multiassiale secondo il DSM IV-TR occorre considerare che il DSM è costituito da un sistema di
 5 assi, ognuno dei quali si riferisce a un differente campo di informazioni.
 Nell’elaborazione della diagnosi il clinico procederà a valutare le problematiche del paziente sulla base di ciascun asse,   
 attribuendo ai disturbi presentati codici specifici e specificando il livello (grave, moderato o lieve) di gravità.
 In ASSE I vengono riportati i disturbi e le sindromi oggetto di attenzione clinica, eccetto i disturbi di personalità e il ritardo
 mentale (ad es. “Disturbo di Panico senza Agorafobia).
 In ASSE II si riportano i disturbi di personalità e il ritardo mentale (ad es. “Disturbo Evitante di personalità”).
 In ASSE III vengono riportate le condizioni mediche generali in atto che risultano rilevanti  per la compromissione o per il 
 trattamento del disturbo (ad esempio “disturbo dell’umore dovuto alla diagnosi di tumore...).
 In ASSE IV vanno riportati i problemi psicosociali e ambientali che possono influenzare la diagnosi, il trattamento o la
 prognosi  del disturbo (ad es. “Problemi con il gruppo di supporto principale: morte di un membro della famiglia).
 In ASSE V viene riportata la valutazione del clinico sul livello di funzionamento globale dell’individuo (VGF) in relazione ad
 una scala di valori da 1 a 100 (ad es. VGF: 70).

Un esempio di Valutazione Multiassiale secondo il DSM IV-TR

Asse I

F40.1 Fobia Sociale, Generalizzata

Asse II

F60.6 Disturbo di personalità Evitante

Asse III

Nessun disturbo

Asse IV

Problemi con il gruppo di supporto principale

Asse V

Valutazione globale del funzionamento = 61

Ida Lopiano © 2007