Consulenza psicologica  e  psicoterapiadiagnosi clinica, training autogeno

 SPAZIO   PSI

 Studio di Psicologia e
 Psicoterapia - Roma

 Dott.ssa Ida Lopiano e
 dott. Arturo Mona,
 psicologi - psicoterapeuti

:: Viale Libia, 98 (Nomentana,
    Montesacro)
. 00199 -  Roma
 :: Viale Giulio Agricola, 61
    (
Tuscolana, Metro
    Giulio Agricola).
   
00174 - Roma
 :: Dott.ssa I. Lopiano: 320.0450719
 :: Dott. A. Mona:  338.1666010
   
www.spaziopsi.it
 idalopiano@gmail.com -  arturomona@gmail.com

 Home    Psicoterapia    Training Autogeno    Gruppi     Articoli    Link      Contatti       

I DISTURBI DI PERSONALITA’

Con il termine disturbo di personalità si intende “un modello abituale di comportamento e di esperienza interiore che devia marcatamente dalle aspettative della cultura dell’individuo”. Tale modello si manifesta in due o più delle seguenti aree:
- cognitività: modi di percepire, interpretare le cose.
- affettività
- funzionamento interpersonale
- controllo degli impulsi.

 

Tale modello è inoltre stabile, pervasivo (interessa cioè aree sociali e personali dell’individuo), è rigido, e determina la compromissione del funzionamemnto sociale, lavorativo e di altre aree importanti.
E’ assolutamente normale, leggendo i disturbi elencati, riconoscere alcune delle caratteristiche di uno o più di essi come proprie. Ciò non indica ovviamente la presenza di un disturbo. Occorre infatti differenziare i concetti di disturbo e tratti di personalità: questi ultimi sono modi costanti di pensare e rapportarsi nei confronti dell’ambiente e di se stessi che si manifestano in diversi contesti sociali e personali. Solo quando questi diventano rigidi e non adattivi e causano una compromissione del funzionamento dell’individuo o una sofferenza significativa, si parla di disturbo di personalità.  E’ sempre buona regola evitare le “autodiagnosi” ed affidarsi per questo al professionista

Il disturbo ossessivo compulsivo: Si manifesta con un quadro pervasivo di preoccupazione per l’ordine, il perfezionismo e il controllo, ed è presnte in vari contesti.
Caratteristiche:
- Eccessiva attenzione per dettagli, regole, ordine
- perfezionismo che interferisce con il completamento dei compiti
- Dedizione eccessiva al lavoro ed esclusione di attività di svago e di amicizie
- Eccessiva scrupolosità, inflessibilità rispetto a valori e morale
- Incapacità a disfarsi di oggetti anche inutili o senza valore
- Tendenza al controllo nel rapporto con gli altri
- Tendenza all’avarizia e all’accumulo di qualcosa in vista di catastrofi future previste.

Il disturbo narcisistico: Si manifesta con la tendenza alla grandiosità, necessità di ammirazione e mancanza di empatia.
Caratteristiche:
- sensazione di grandiosa importanza, superiorità
- fantasie di  successo illimitato, potere, bellezza)
- Sensazione di essere unico e speciale
- richiesta di ammirazione eccessiva da parte degli altri
- sensazione che tutto gli sia dovuto
- sfruttamento interpersonale
- mancanza di empatia (incapacità di riconoscere i sentimenti degli altri)
- Invidia verso gli altri. Convinzione di essere invidiato dagli altri
- comportamenti arroganti e presuntuosi

Il disturbo istrionico: Si manifesta con la ricerca di attenzione e la presenza di eccessiva emotività.
Caratteristiche:
- Disagio quando non è al centro dell’attenzione
- comportamento sessualmente seducente o provocante
- espressione delle emozioni mutevole e superficiale
- uso dell’aspetto fisico per attirare attenzione
- stile dell’eloquio impressionistico
- tendenza alla teatralità ed espressione esagerata delle emozioni
- suggestionabilità (si lascia facilmente influenzare)
- Tenedenza  a considerare i rIl disturbo paranoide: Si manifetsa con la sospettosità e diffidenza pervasiva verso gli altri.
Caratteristiche:
- sospetto immotivato di essere danneggiato, sfruttato
- diffidenza verso la lealtà o affidabilità di amici e colleghi
- Difficoltà a confidarsi per il timore di essere minacciato
- tendenaz  atrovare significati nascosti minacciosi nei rimproveri o eventi benevoli
- tendenza a portare rancore
- tendenza a sentirsi attaccato e a reagire contrattaccando
- sospettosità ricorrente e irragionevole verso la lealtà del partnerapporti
con gli altri più intime di quanto siano realmente.

Il disturbo borderline: Si manifetesta con l’instabilità delle relazioni, dell’umore e dell’immagine di sè, e una emotività esagerata.
Caratteristiche:
- relazioni interpersonali instabili e intense, con alternanza di idealizzazione e svalutazione
- alterazione dell’identità, percezione di sè instabile
- impulsività in due o più arre dannose per
il soggetto (abuso di sostanze, sesso, ecc.)
- minacce, comportamenti di suicidio o autolesionismo
- instabilità affettiva
- senso di vuoto
- rabbia intensa e incontrollabile
- ideazione paranoide

Il disturbo dipendente: Si manifesta con la necessità eccessiva di essere accuditi che determina un comportamento sottomesso e paura della separazione.
Caratteristiche:
- difficoltà a prendere decisioni quotidiane senza chiedere consigli e rassicurazioni
- tendenza a delegare agli altri la responsabilità
- difficoltà a esprimere disaccordo per il timore di perddere approvazione e supporto
- difficoltà a iniziare progetti o a fare cose in autonomia per mancanza di fiducia nelle proprie capacità
- ricerca, a qualsiasi costo dell’approvazione e supporto
- Sensazione di disagio nelle situazioni in cui  è solo per il timore di non essere in grado di provedere a se stesso
ricerca continua di relazioni sentimentali come fonti di accudimento e supporto.

Il disturbo evitante: Si manifesat con un quadro pervasivo di inibizione sociale, senso di inadeguatezza e ipersensibilità al giudizio negativo.
Caratteristiche:
- evitamento di attività lavorative che implicano contatto interpersonale significativo per timore di essere criticato
- tendenza ad evitare relazioni a meno che non è certo di piacere
- inibizione nelle relazioni intime per il timore di essere ridicolizzato
- timore di essere  criticato, rifiutato, nelle situazioni sociali
- inibizione e senso di inadeguatezza nelle situazioni interpersonali nuove
- percezione di sè come inetto, non attraente, inferiore agli altri
- tendenza ad evitare di assumere rischi o situazioni nuove.

Il disturbo antisociale: Si manifetsa con comportamenti di inosservanza e violazione dei diritti degli altri.
Caratteristiche:
- incapacità a conformarsi alle norme sociali
- disonestà
- impulsività
- irritabilità e aggressività
- inosservanza della sicurezza propria e degli altri
- irresponsabilità
- mancanza dii rimorso

Il disturbo schizotipico: Si manifesta con una incapacità a costruire relazioni interpersonali significative, distorsioni percettive e cognitive, eccentricità nel comportamento.
Caratteristiche:
- idee di riferimento
- pensiero magico o credenze strane che influenzano il comportamento e che sono in contrasto con la cultura dell’individuo
- esperienze percettive insolite
- pensiero e linguaggio strani (ad es.vago, metaforico)
- sospettosità o ideazione paranoide
- affettività inappropriata
- comportamento o aspetto strani, eccentricità
- assenza di amicizie strette, intime
- eccessiva ansia sociale associata a preoccupazioni paranoidi

Il disturbo schizoide: Si manifesta con il distacco dalle relazioni sociali ed una gamma ristretta di espressioni emotive.
Caratteristiche:
- assenza di desiderio e di piacere per le relazioni sociali,incluse quelle familiari
- tendenza  ascegliere attività solitarie
- Mancanza o poco interesse per le esperienze sessuali
- mancanza di  piacere inelle attività
- Mancanza di amici stretti
- indifferenza verso lodi o critiche degli altri
- freddezza emotiva, distacco o affettività appiattita

Il disturbo passivo-aggressivo: Si manifesta con un modello pervasivo di atteggiamenti negativi e di resistenza passiva a domande di performance adeguata.
Caratteristiche:
- resiste in modo passivo alla realizzazione di compiti sociali e occupazionali di routine
- si lamenta di essere incompreso e non apprezzato dagli altri
- è scontroso e polemico
- critica in modo irragionevole e disprezza l'autorità
- esprime invidia e risentimento verso quelli che sono apparentemente più fortunati
- esprime lamentele esagerate e continue per la sua sfortuna personale
- alterna una sfida ostile al pentimento.

<<Per approfondimenti sui Disturbi della Personalità vedi anche Servizio Informazione Sintomi e Problemi Psicologici

Come richiedere una prima consulenza:
Per richiedere una prima consulenza potete contattarmi al tel. 06.83505663 oppure 320.0450719 per concordare un appuntamento.

Ida Lopiano © 2007